Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia
Chiudi finestra
Nome Utente


Password


home / news / dettaglio news

Tutte le news

CERCA NELLE NEWS Lente


Categoria


Cerca per parola chiave


Cerca per data
dal Data
al Data




     

La compagnia 'Ndescenze porta in scena a Udine

VAMPIRI ALLO SPECCHIO

Tra teatro, cinema, musical e parodia la compagnia 'Ndescenze porta in scena la storia di Dracula giovedì 29 maggio ore 20:45 presso il Palamostre di Udine - ingresso libero

Sarà Dracula, il vampiro più famoso del mondo, il protagonista del nuovo progetto della compagnia teatrale udinese 'Ndescenze. Con la collaborazione dell'Associazione di Studi Artistico e Sociali Espressione Est, il Dopolavoro Ferroviario di Udine e il Circolo Nuovi Orizzonti, venerdì 29 maggio, infatti, alle ore 20:45 e con ingresso libero presso il Palamostre di Udine (Piazzale Diacono 15) andrà in scena lo spettacolo Vampiri allo specchio.

“Sarà una serata di doppio spettacolo” dichiara la coordinatrice del progetto e Presidente di Espressione Est, Arianna Romano, che spiega “nella prima parte della serata il pubblico assisterà ad una performance poetica ed evocativa sulla nota storia ambientata in Transilvania e tratta dal Dracula di Bram Stoker, il film del 1992 prodotto e diretto da Francis Ford Coppola e ispirato al romanzo di Stoker, con l'aggiunta di alcuni spunti dal musical Dracula Opera Rock della PFM. La seconda parte della serata invece comprenderà lo svolgersi di una commedia tratta da una delle più belle parodie sulla figura del vampiro, ossia “Per favore, non mordermi sul collo!” di Roman Polanski del 1967 con suggestioni del musical Tanz Der Vampire del 1997”.

Vampiri allo specchio si preannuncia dunque come uno spettacolo ricco di sorprese e divertente ma anche romantico, dove più stili di rappresentazione si incontrano e dove trovano eco alcune delle più coinvolgenti rappresentazioni del Principe delle tenebre. Risate e sorrisi sono dunque assicurati al pubblico che non mancherà di provare anche qualche batticuore grazie alle abilità di 'Ndescenze, la compagnia che allo studio e alla messa in scena della prosa, affianca anche la sperimentazione e l'apertura a tecniche teatrali come l'improvvisazione.

“L'improvvisazione” ricorda Romano “è una tecnica amata da 'Ndescenze e applicata in laboratori e progetti. 'Ndescenze propone da sempre il Laboratorio permanente di improvvisazione comica e il suo il risultato è l'Improteatro creato in diretta. Sollecitato dalle domande degli attori, il pubblico suggerisce la costruzione delle scene, le azioni e reazioni degli interpreti, secondo una tecnica canadese sperimentata già in Italia da alcuni anni. L'improvvisazione da strumento teatrale si trasforma così in un gioco che vede coinvolti in egual misura interpreti e spettatori!”

La Compagnia Teatrale Esca/Inca’ndescenze nasce nel 1998 come gruppo autogestito caratterizzato dalla ricerca di testi sempre diversi, appartenenti a differenti generi rivolti ad approfondire la conoscenza dell’arte del teatro ed a sperimentarne le modalità di approccio. La Compagnia è supportata dal Dopolavoro Ferroviario di Udine e fa parte dei gruppi culturali di questa associazione e viene ospitata presso la sede del Circolo Arci Nuovi Orizzonti dei Rizzi dove collabora alle attività ricreative del circolo. La Compagnia svolge attività propedeutica al teatro, fondamentale per chi recita per la prima volta, ed è espressione di un gruppo affiatato che, prima di andare in scena, lavora per alcuni mesi su un laboratorio di teorie e tecniche teatrali. Nel curriculum della Compagnia ci sono moltissimi titoli tra cui: “Un Santo nel Pallone” da A.Campanile, “Improteatro”, spettacolo creato in diretta, “Legali? Legali!”, mise en scène dalla radio comica americana anni '30, “Sogno Reloaded”, “Di Mummia ce n'è una” da Quattrocchi e Cattivelli, “Tutto quello che ci interessa della vita” da A. Campanile, E. De Filippo e C. Vittici, ”Le Cognate” da M. Tremblay, “Salomè” da Oscar Wilde, “American Lie” da R. Franco e “Dracula” da B. Stoker, “Ma è assurdo! Sceme di vita?” da A. Campanile, E. Ionesco e K. Valentin, “La piccola bottega degli orrori” da Roger Corman e Frank Oz, “Il senso della vita” tratto dagli sketches dei Monty Python, "Sogno di una notte di mezza estate" di Shakespeare , una rilettura in chiave anni Sessanta di “Frankenstein Junior” di Mel Brooks, “Legali da legare da gli show radiofonici dei Fratelli Marx”, “Deus ex machina” di Woody Allen, Chi ruba un piede è fortunato in amore” di Dario Fo.

Per informazioni contattare Associazione culturale Espressione Est - Viale San Daniele, 82 - 33100 Udine – T. 0432478696 - Mail: info@espressione-est.com - Sito: www.espressione-est.com



Allegati della news

<< indietro