Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia
Chiudi finestra
Nome Utente


Password


home / news / dettaglio news

Tutte le news

CERCA NELLE NEWS Lente


Categoria


Cerca per parola chiave


Cerca per data
dal Data
al Data




     

Banca d'Italia premia neolaureato Scuola Superiore di Udine

Per l’anno accademico 2019/2020 la Banca d’Italia ha conferito la borsa di studio “Giorgio Mortara” ad Ariel Aldo Giovanni Lanza, neolaureato della Scuola Superiore dell’Università di Udine. La borsa è destinata al perfezionamento degli studi all’estero sulle metodologie matematiche, statistiche ed econometriche, principalmente finalizzate all’analisi delle istituzioni, dei mercati e degli strumenti finanziari e della loro regolamentazione. L’assegnazione è stata comunicata lo scorso 28 novembre 2018 con una una nota del governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco.

 

Ventiquattrenne nato a Monza e cresciuto a Bergamo, Ariel Aldo Giovanni Lanza è stato allievo della Scuola Superiore udinese dal 2013 al 2018, dove ha conseguito la laurea triennale e magistrale in Matematica, quest'ultima con una tesi dal titolo "Alternating direction implicit methods for option pricing", riguardante lo studio di metodi numerici avanzati per la valutazione di opzioni finanziarie. Attualmente frequenta un master a Parigi presso l’Università Sorbonne e l’École polytechnique. Il periodo di ricerca per tesi è stato finanziato da una borsa di ricerca della Scuola Superiore.

 

Nella sua carriera Lanza ha ottenuto ulteriori riconoscimenti e traguardi: in seconda superiore vinse un premio della Banca d'Italia per le olimpiadi della matematica; ha rappresentato l’Università di Udine in due competizioni, le International Mathematics Competition (IMC) del 2015 in Bulgaria, ottenendo la medaglia d'argento e le South Western European Regional Contest (SWERC) di informatica a Parigi del 2017. Da studente universitario ha svolto attività di rappresentante e tutor.

 

Attraverso l’assegnazione delle borse di studio annuali intitolate a Giorgio Mortara, Bonaldo Stringher, e Donato Menichella, la Banca d’Italia finanzia annualmente promettenti neo-laureati che siano interessati a svolgere attività di ricerca rispettivamente nei campi delle metodologie matematiche, statistiche ed econometriche, dell'economia politica e della politica economica, dell'analisi delle istituzioni, dei mercati e degli strumenti finanziari e della loro regolamentazione. L’assegnazione delle borse di studio si basa sulla valutazione del merito della tesi di laurea e sull'attitudine all'attività di studio e ricerca che essa esprime, nonché del programma degli studi e delle ricerche che i candidati si prefiggono di compiere.



Allegati della news

Fonte della news

Ufficio stampa Università di Udine

<< indietro