Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia
Chiudi finestra
Nome Utente


Password


home / news / dettaglio news

Tutte le news

CERCA NELLE NEWS Lente


Categoria


Cerca per parola chiave


Cerca per data
dal Data
al Data




     

Imparare lavorando: l'esperienza della startup giovanile Ideo

Storie di giovani in FVG: nel corso della Conferenza regionale dei giovani 2018 del 21 aprile, Riccardo Zanutta, 23 anni, ha presentato l'esperienza della startup creativa Ideo S.r.l., nata a luglio 2015 per iniziativa di un gruppo di giovani della nostra regione, specializzata in multiservizi digitali.


Ideo può essere considerata una startup "di giovani per i giovani" poichè, come spiega Riccardo Zanutta, "cerca di dare una risposta e un collegamento tra il mondo del lavoro e quello studentesco attraverso il network: poniamo le fondamenta su un modello fluido con accesso open, nella quale promuoviamo la condivisione di idee e la cooperazione tra liberi professionisti".

 

Riportiamo i punti salienti dell'intervento di Riccardo Zanutta alla Conferenza regionale dei giovani 2018, in cui racconta il percorso che da studente lo ha portato all'esperienza del fare impresa.

 

Network e innovazione
Penso che siamo dei privilegiati: il mondo in cui viviamo è un mondo nella quale le conoscenze e le scienze vengono condivise e rispettate.
Un mondo sempre connesso, liquido, la cui evoluzione è diventata per certi versi imprevedibile, o quantomeno meno prevedibile rispetto a qualche generazione fa.
Viviamo in un ecosistema artificiale frutto della capacità di costruire, di innovare.

Mi chiamo Riccardo Zanutta, ho 23 anni, e dall’anno scorso sono amministratore di ídeo creative network.
Sono un libero professionista da 3 anni e mezzo.
Sono uno sviluppatore web, il mio pane quotidiano sono le interfacce web e la parte di motion design.
Sono uno studente e credo di essere fortunato. Fortunato perché inconsapevolmente ho sentito che per quanto studiare fosse e sarà sempre necessario se non fondamentale, sicuramente non basta.

Decido di andare in università e essendo un po’ “smanettone con i computer” istintivamente scelgo la facoltà.
Anche io come tanti miei coetanei, arrivato alla fine dei 5 anni di liceo mi sono ritrovato in una situazione di “smarrimento” per cui mi sono chiesto:


Perché Studiare?
Se facciamo la stessa domanda ad un paio di generazioni precedenti a quella di chi oggi studia, la risposta è “studi perché trovi lavoro, per garantirti un futuro”.
Penso che oggi viviamo in un momento di rottura in certo senso, un momento per cui la “scala mobile” che porta un ragazzo da studente a professionista-lavoratore non funziona più nel modo in cui funzionava un tempo.
Viviamo in un’epoca in cui siamo dei privilegiati: viviamo in una realtà per cui ogni giorno passato in maniera passiva è un peccato per le possibilità che ci vengono concesse.
Ogni giorno abbiamo la possibilità di mettere in pratica concretamente le nostre esperienze, i nostri studi.

Pratica. Facciamo abbastanza pratica?
Non può esistere lo studio senza la pratica e viceversa. Sono teoria e pratica che creano la professionalità. Il mondo del lavoro per come è fatto non ci aspetta: la competizione è globale.

Manca fare pratica. Come?
Lavorare imparando – Imparare lavorando.

Presentazione aziendale
Ideo S.r.l. è una start-up creativa, nata a luglio 2015, specializzata in multiservizi digitali.
Cerchiamo di dare una risposta e un collegamento tra il mondo del lavoro e quello studentesco attraverso il network: poniamo le fondamenta su un modello fluido con accesso open, nella quale promuoviamo la condivisione di idee e la cooperazione tra liberi professionisti.


In questo modo da un lato cerchiamo di dare fiducia e spazio lavorativo ai giovani, dall’altro il network creatosi tra diverse figure professionali ha portato da subito al coinvolgimento di importanti aziende del territorio con le quali sono stati avviati progetti con un approccio focalizzato alla ricerca e sviluppo in ambito tecnologico, informatico, software e applicazioni.


L'esperienza di Ideo attesta come progetti appartenenti a società di un certo spessore siano stati incubati e sviluppati inizialmente dentro una realtà associazionistica nell’ambito della ricerca e sviluppo come la nostra, e poi si siano rivelati la base di diversi altri business in ambito aziendale.


L’importanza del coworking
Avere uno spazio che faciliti la ri-aggregazione di competenze, la nascita di nuove imprese e l’incontro di talenti disposti a condividere, sperimentare, creare sinergie per innovare, anche su settori in cui l’economia locale può diversificare, scommettere e continuare a crescere – il digitale ed il turismo per esempio - significa creare nel territorio opportunità per l’accumulazione e concentrazione dei saperi, il loro utilizzo a scopo imprenditoriale, la ricostruzione di un pezzo di economia locale.

Grazie al lavoro in team concreto su problemi reali, le competenze possono essere messe in linea (o accomunate) per trovare un filo logico.

Al centro torna l’individuo con le sue relazioni e i suoi bisogni: ecco come la condivisione di uno spazio di lavoro può diventare anche un’opportunità per ispirare collaborazioni creative tra liberi professionisti, contaminazioni multidisciplinari, aggregare talenti e costruire nuovi business.
Per creare innovazione, anche sociale, nuova conoscenza e nuovo valore per il territorio.



Ideo S.r.l. su Facebook
Ideo S.r.l. su Twitter

 

 

 



Allegati della news

Fonte della news

Ideo

<< indietro